Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente. Chiudendo questo banner, cliccando al di fuori di esso o navigando su questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca qui

Pace (Gm): spaventa la superficialità del Governo

Pace (Gm): spaventa la superficialità del Governo

“Spaventa la superficialità con la quale il Governo nazionale affronta temi di vitale importanza per il futuro..

..della nostra Regione, affidando il dibattito tra uomini delle Istituzioni ad un tweet e non a tavoli di concertazione qualificati” .ACR “Fuori dal Governo nazionale se le decisioni politiche di Renzi continuano ad indebolire il Mezzogiorno d’Italia e a violentare i diritti civili ed i presidi Istituzionali lucani. Questo è quanto intendo discutere – afferma Pace - con il presidente Mario Mauro nella prima direzione nazionale utile dei Popolari per l’Italia”.

“Ringrazio il sen. Mario Mauro ed il sen. Tito Di Maggio – continua Pace - per la tempestiva presa di posizione a difesa delle prerogative di questa Regione, che il governo Renzi vorrebbe farci vivere come concessione o merce di scambio di interessi e poteri distinti e distanti dal benessere dei cittadini di Basilicata. Spaventa la superficialità e la leggerezza con la quale il Governo nazionale affronta temi di vitale importanza per il futuro della nostra Regione, affidando il dibattito tra uomini delle Istituzioni ad un tweet e non a tavoli di concertazione qualificati e rappresentativi. Siamo uomini delle Istituzioni, legittimati dal voto popolare. Questo ci consente di chiedere dignità per le Assise che rappresentiamo: non per noi stessi ma per chi ha affidato a noi una delega specifica e, in questa fase, senza prova d’appello. Non è tempo di mezze parole, di tatticismi”.

“La fase è decisiva e delicata per la stessa sopravvivenza  della Basilicata. Chi presiede le istituzioni – continua Pace - interpreti la volontà di un popolo e la incarni. Non accetti nessun compromesso o mediazione che possa far passare la dignità di questo popolo e la permanenza  dei suoi presidi Istituzionali (N.B. Corte d’Appello) come una concessione a chi offre risorse determinanti al sistema Paese ed alla sua competitività energetica. Non ci saranno altre trivellazioni. Questa Regione non se lo può permettere. Glielo chiedono i lucani, unici legittimati a scegliere assieme a noi un progetto di sviluppo futuro e coerente. Questo è il concetto di sussidiarietà che la nostra grande Nazione ha immaginato per dare forza agli Enti locali ed ai soggetti Istituzionali più vicini ai cittadini; non possono essere le alchimie e le debolezze della politica di questo tempo a sovvertire l’equilibrio democratico.Il centralismo – conclude Pace - è un dannoso ritorno al passato e noi abbiamo la volontà di costruire il futuro”.

Fonte

Clicca qui per informazioni sul Libro GENDER

Progetto Popolare Basilicata

WEB LOGO

Scuola di Formazione Politica - FormaPop

FormaPop - School Of Live

       

Libro sul Gender

Libro sulla Teoria del Gender: Clicca qui!

"Mezz'ora di Pace" Sabato alle ore 10.00

Mezz'ora di Pace Sabato alle ore 10.00

Radio Tour: il Taccuino di Aurelio Pace

Il taccuino di Aurelio Pace su Radio Tour

Bandi e Avvisi

bandieavvisi1

Le parole di Papa Francesco

libreriadelsanto

La proposta

La bellezza in Costituzione

 

Clicca qui per collegarti al sito del Comune di Potenza

Clicca qui per collegarti al sito della Regione Basilicata

Clicca qui per collegarti al sito del Gruppo PPE al Parlamento Europeo

popolari italia