Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente. Chiudendo questo banner, cliccando al di fuori di esso o navigando su questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca qui

Aurelio Pace: visita istituzionale alla casa circondariale di Melfi

Il coordinatore nazionale PPI avv. Aurelio Pace in visita alla casa circondariale di MelfiSi è svolta stamane, 11 Marzo 2015, la visita Istituzionale del Consigliere Regionale Aurelio Pace, Capogruppo in regione e coordinatore Nazionale dei Popolari per l'Italia,

alla Casa Circondariale di Melfi. Pace ha inteso fare visita alla struttura carceraria di Melfi dopo aver ricevuto le sollecitazioni, tra gli altri, del SAPPE (il sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria), al cui vertice nazionale c'è l'illustre lucano Capece. Pace aveva avuto modo di occuparsi del tema già in passato guardando con occhio attento alle problematiche legate agli istituti di detenzione e delle condizioni in cui sono costretti al lavorare spesso i dipendenti del Ministero della Giustizia impegnati nelle carceri italiane “Vigilando redimere è il motto della Polizia Penitenziaria e in questo solco chi è portatore dei valori Popolari non può sottrarsi all'impegno di rendere possibile la funzione rieducativa delle carceri italiane” ha dichiarato Pace che ha continuato “questa funzione è stata sino a oggi garantita grazie all'indefesso lavoro degli uomini della Polizia Penitenziaria che, con apprezzabile spirito di abnegazione, sono riusciti a garantire l'erogazione di un pregevole servizio, nonostante il drastico taglio dei fondi operato dal Ministero che li ha di fatto costretti ad lavorare in uno stato di precarietà sia per quanto riguardai mezzi che gli organici, questi ultimi molto sottodimensionati rispetto alla popolazione carceraria. Il lavoro della Polizia Penitenziaria è stato preziosissimo, riuscendo a sopperire attraverso grandi sacrifici, a queste carenze, non facendole pesare sui detenuti, preservandone la dignità personale nello scontare la pena.” Il Consigliere Pace è stato ricevuto dal direttore della Casa Circondariale di Melfi Oreste Bologna e dal Comandante il Commissario Giuseppe Donato Telesca, insieme al segretario regionale del SAPPE Saverio Brienza e al suo vice Mauro Autobello. “Devo complimentarmi per l'ottimo lavoro che ho avuto modo di apprezzare. E per questo sento di dovere esprimere un sentito ringraziamento a chi rende possibile tutto ciò. Trovare strutture che sono così bene organizzate, nonostante le difficoltà oggettive in cui si è costretti ad operare, è per me motivo di orgoglio, non solo come rappresentante delle Istituzioni, ma anche come lucano. Ho apprezzato come siano organizzate le attività rieducative, formative e culturali all'interno del carcere attraverso laboratori e corsi per i detenuti. Farò mie - ha concluso Pace - tutte le sollecitazioni oggi ulteriormente ricevute. È necessario che le Istituzioni si impegnino a reperire maggiori risorse per consentire alla Polizia Penitenziaria di poter operare in condizioni di normalità, ma anche migliorare l'utilizzo di quelle che ci sono. Penso, ad esempio, allo spreco di danari che si perpetra nello spostare, con impegnative traduzioni, i detenuti per le visite specialistiche, quando si potrebbe invece, in maniera più economica, attivare convenzioni per far si che le visite vengano effettuate direttamente in carcere.”

Clicca qui per informazioni sul Libro GENDER

Progetto Popolare Basilicata

WEB LOGO

Scuola di Formazione Politica - FormaPop

FormaPop - School Of Live

       

Libro sul Gender

Libro sulla Teoria del Gender: Clicca qui!

"Mezz'ora di Pace" Sabato alle ore 10.00

Mezz'ora di Pace Sabato alle ore 10.00

Radio Tour: il Taccuino di Aurelio Pace

Il taccuino di Aurelio Pace su Radio Tour

Bandi e Avvisi

bandieavvisi1

Le parole di Papa Francesco

libreriadelsanto

La proposta

La bellezza in Costituzione

 

Clicca qui per collegarti al sito del Comune di Potenza

Clicca qui per collegarti al sito della Regione Basilicata

Clicca qui per collegarti al sito del Gruppo PPE al Parlamento Europeo

popolari italia